Intanto giusto per chiarire partiamo dal significato della parola (cito da wikipedia):

 

“Si può tradurre Ubuntu (non senza perdita di parte del significato) con Umanità, nel senso di qualità umana. Cercando di tradurre la parola, bisogna infine tenere presente che nel senso di Ubuntu trova spazio anche la dimensione religiosa di un legame tra tutti gli esseri umani.”

Tralasciando la religiosità, questo nome lo trovo abbastanza azzeccato per una distro GNU/Linux la Community di ubuntu è una delle quali in cui mi sono trovato meglio e per lavoro e tempo libero al momento rappresenta per me la scelta migliore.

Attenzione: Entrando nel mondo di Ubuntu ed in generale in GNU/Linux saremo costretti a dover imparare a fare qualcosa; questo significa: leggere della documentazione, cercare informazioni sui motori di ricerca ed infine se non si è riusciti da soli chiedere aiuto nelle comunity/forum/chat e anche agli amici.

Per gli appassionati del click selvaggio questa sarà una battaglia dura agli inizi ma in poco tempo le prospettive cambieranno e sarete soddisfatti di voi stessi o almeno potrete dire ai vosti amici di averci provato.

Questa distro è un buon compromesso per chi vuole iniziare o anche chi vuol fare qualcosa di più, noi la usiamo sia come client che come server e consigliamo la versione LTS che durà tre anni prima di essere aggiornata alla nuova versione.

 

Lo puoi scaricare liberamente e gratuitamente da qui

 

Se ancora non ti ho convinto a passare a linux qui c’è una bella pagina che ti spiega perchè 😛