Si, informetica. Non ho sbagliato a scrivere e non sono pugliese (vedi Lino Banfi …) cioè sono di origini pugliesi ma non divaghiamo …

Questo termine, non so se l’ ho “coniato” io ma ce l’ ho in testa da svariati anni ed è la fusione tra il termine informatica, formazione ed etica. Si avrei potuto usare un dittongo magari informaetica ma mi ricorda tanto il latino che ai tempi mi pareva una roba complicata ….

Tornando a noi l’ informetica è quel campo in cui mi sento ultimamente più specializzato.

Nel tempo ho incontrato varie persone che si sono occupate di percorsi finanziari e volontariato (vedi ad esempio Antonio Cajelli, varie associazioni (Tesso è una di quelle in cui sono attivo …) sono stato un docente (forse tornerò a fare “agonisticamente” un po’ di docenza più avanti a parte i corsi di informetica dell’ associazione) oltre a tecnico e complici questi ultimi periodi di crisi (che diciamoli non sono periodi ma dobbiamo abituarci ad andare avanti così e modificare le nostre abitudini) in cui siamo sempre distratti; tv, poco tempo libero, informazioni frammentarie e poca voglia di leggere che è nata questa esigenza.

Parole “profetiche” tipo pc e internet dovrebbero essere accessibili a tutti mi sembrano coerenti ed inoltre temi come il digital divide mi sono a cuore. Qualcosa già la faccio con il mio lavoro ma come dice qualcuno sharing is knowledge.